PER LA PREMIERE DI “ONCE UPON A TIME IN HOLLYWOOD”.. IL COMMOSSO RICORDO DI LEONARDO DICAPRIO SU LUKE PERRY E L’ORGOGLIO DEI FIGLI DEL COMPIANTO ATTORE, JACK E SOPHIE. MA ANCHE LA COPERTINA TRIBUTO DI “VANITY FAIR” ALL’EX RAGAZZO DI “BEVERLY HILLS 90210”..

Foto: "Once Upon A Time In.. Hollywood" Official Trailer

Foto: “Once Upon A Time In.. Hollywood” Official Trailer

 

 

Scomparso lo scorso Marzo per le conseguenze di un riportato ictus (QUI il relativo post), all’età di soli 52 anni, dopo aver interpretato sul grande schermo il ruolo della vita nell’ultimo film di Quentin Tarantino, che narra le vicende della Hollywood di fine anni ’60 e, sullo sfondo, la macabra uccisione dell’attrice Sharon Tate.. “Once Upon A Time In.. Hollywood”.. il compianto divo di “Beverly Hills 90210” e “Riverdale”, Luke Perry, che nella pellicola (in sala in America da domani) presterà il volto, purtroppo in maniera postuma, al personaggio dal nome Scott.. è stato inevitabilmente ricordato alla recente premiere a Los Angeles dell’opera cinematografica, che rappresenta la sua ultima interpretazione in carriera e vede nel cast anche il figlio di lui, Jack. Un tributo reso al collega prematuramente mancato, in particolar modo, dal protagonista, Leonardo DiCaprio.. sotto con l’altro compagno di scena, Brad Pitt, sul tappeto rosso di fronte al “Chinese Theatre”.. che già aveva espresso profondo cordoglio all’indomani della morte della star degli Anni ’90 ed in una successiva intervista (QUI e QUI).. ed ha voluto, perciò, ribadire, anche in occasione di una più recente chiacchierata con Clark Collis di “Entertainment Weekly”, parola per parola la propria ammirazione per l’uomo “gentile ed incredibilmente generoso”, che aveva segnato anche i suoi ricordi d’adolescenza e poi lavorato con lui sul set..

 


Visualizza questo post su Instagram

Hollywood 2019. Pictured: #LeonardoDiCaprio (Rick Dalton) and #BradPitt (Cliff Booth) at the #OnceUponATimeInHollywood world premiere.

Un post condiviso da Once Upon A Time In Hollywood (@onceinhollywood) in data:

 

 

 

Un evento, fermato con grande orgoglio sui social, anche dai due figli dell’ex idolo dell’Ohio.. Jack e Sophie, che in modo diverso hanno voluto rendere omaggio al loro papà, condividendo la fierezza per la partecipazione di lui ad un cast tanto stellare che ricomprende anche.. Margot RobbieAl Pacino, Kurt Russell e Dakota Fanning. Così, se il maggiore, noto nel wrestling con il nome d’arte di “Jungle Boy”, ha lasciato la nuova dichiarazione per il genitore (QUI la precedente) a didascalia del toccante video (QUI) realizzato con un drone che lo vede raggiungere la sommità del cartellone pubblicitario con la gigantografia del padre.. “Stasera la grande premiere. Lui lo meritava e io ne sono così orgoglioso. Uno stallone nella vita e per sempre dopo. Il meglio del meglio. Ti amerò per sempre”.. dal Malawi, dove ancora per alcuni giorni si trova, la sorella Sophie ha inteso aggiungere.. It both breaks my heart and fills it with pride at the same time, to know that this film, this little point in history, is here. My dad has never been more excited in his life than he was to be part of this. He was like a kid faced with a banana split the size of his head, or a trip to Disneyland, or I don’t even know what. I guess I imagine that he felt the same way about this project as I did getting off the plane in Malawi, or Jack may have stepping into an AEW ring the first time… I don’t know. And while I wish so greatly that my dad had a million more roles, and projects, and moments of childlike excitement… I am so proud and thankful that this got to be his last. He was proud. He is proud. And I can’t wait for you all to see it. Grab your popcorn, extra butter, and a whole lot of napkins, I’m sure I won’t be the only one sobbing ❤️ and thank you to everyone who worked on this movie for making this dream possible”.. che, tradotto alla meno peggio, è.. “Mi spezza il cuore ed allo stesso tempo lo riempie d’orgoglio sapere che questo film, questo piccolo punto nella storia, è qui. Mio papà non era mai stato tanto entusiasta nella sua vita di quanto lo fosse a far parte di tutto questo. Era come un bambino di fronte ad una banana split della misura della sua testa, o ad una gita a “Disneyland” o non so bene a cosa. Immagino e suppongo che lui si sentisse emozionato per questo progetto esattamente come me una volta scesa dall’aereo per il Malawi o mio fratello Jack a salire su un ring per la prima volta.. Non lo so. E anche se vorrei così tanto che mio padre avesse potuto avere milioni di ruoli in più e progetti e momenti della stessa eccitazione.. sono così orgogliosa e grata che questo sia stato comunque il suo ultimo lavoro. Lui ne era orgoglioso. Lui è orgoglioso. E non vedo l’ora che tutti voi lo possiate vedere. Prendete i vostri popcorns, extra burro, e un sacco di fazzoletti di carta, sono certa che non sarò l’unica a piangere❤️. E grazie a tutti coloro che hanno lavorato a questo film per aver reso questo sogno possibile”..

 


Visualizza questo post su Instagram

It both breaks my heart and fills it with pride at the same time, to know that this film, this little point in history, is here. My dad has never been more excited in his life than he was to be part of this. He was like a kid faced with a banana split the size of his head, or a trip to Disneyland, or I don’t even know what. I guess I imagine that he felt the same way about this project as I did getting off the plane in Malawi, or Jack may have stepping into an AEW ring the first time… I don’t know. And while I wish so greatly that my dad had a million more roles, and projects, and moments of childlike excitement… I am so proud and thankful that this got to be his last. He was proud. He is proud. And I can’t wait for you all to see it. Grab your popcorn, extra butter, and a whole lot of napkins, I’m sure I won’t be the only one sobbing ❤️ and thank you to everyone who worked on this movie for making this dream possible

Un post condiviso da Sophie Perry (@lemonperry) in data:

 

 

 

Ma, dato che il 7 Agosto si avvicina e, con esso, un altro atteso debutto, quello sul piccolo schermo del revival.. “BH 90210”.. che riprenderà le fila (QUI), tra finzione e realtà, delle vicende dei suoi protagonisti originali, riflettendo anche sulla dolorosa e centrale assenza del suo protagonista più rappresentativo ed amato.. all’interprete entrato nel mito con il ruolo del bello ed irrequieto Dylan McKay è stata dedicata questa settimana, qui in Italia, la copertina del settimanale “Vanity Fair”.. che riprende un vecchio ed intenso scatto di Annie Leibovitz, anche diventato in quegli anni poster a grandezza naturale da appendere alla porta per chi (come me) impazziva per il ragazzo di Beverly Hills.. ed è stata condivisa fra le proprie “Stories” dal giornalista Gabriele Parpiglia.. 
 

 

Fonte: Instagram Stories

Fonte: Instagram Stories