ELENA SANTARELLI, AD UN ANNO DALLA PRIMA INTERVISTA A CUORE APERTO SULLA MALATTIA DEL FIGLIO GIACOMO, ANNUNCIA CON EMOZIONE.. “HA VINTO LA SUA BATTAGLIA”

Fonte: Instagram

Fonte: Instagram

 

 

La convinzione e la speranza che il figlio primogenito, Giacomo, 10 anni il prossimo Luglio, sarebbe tornato a stare bene dopo la lunga e complessa battaglia contro la malattia non le aveva mai abbandonate. Tanto che, lo scorso anno di questi tempi, la bionda showgirl e mamma, Elena Santarelli, aveva accettato di parlare a cuore aperto nel salotto di Silvia Toffanin (QUI il vecchio post) del momento difficile di vita che lei ed il marito Bernardo Corradi avevano dovuto affrontare dopo la scoperta del tumore cerebrale maligno da cui il bambino era stato colpito, proprio per testimoniare agli altri genitori nella medesima situazione il loro messaggio di positività e speranza.. “Dal cancro si può guarire!”.  

Una testimonianza che diventa fondamentale ora, che la modella e conduttrice ha potuto annunciare con emozione dal proprio profilo Instagram il netto miglioramento della situazione clinica del figlio, che ha finalmente terminato il suo percorso di cure e resterà in osservazione solo per i previsti e ciclici controlli.. Quando vi ho resi partecipi del problema che ci ha colpiti ho anche promesso che quando sarebbe arrivata la tanto attesa comunicazione della fine delle cure l’avrei condivisa con tutti voi. Ecco quel giorno è arrivato: Giacomo finalmente è in “follow up”! Pochi giorni fa ha fatto la sua ultima terapia e i vari controlli hanno dimostrato che il nostro bellissimo bambino ha vinto questa battaglia. Oggi voglio testimoniare una storia a lieto fine per dare speranza a tante famiglie che ancora lottano o che si troveranno a lottare. Giacomo ha vinto la sua battaglia su un tumore cerebrale maligno e solo ora voglio condividere questo particolare, sperando possa infondere positività a molte famiglie, ma ricordando che ogni bambino ha la sua storia e il suo percorso. Quando si affronta un percorso così a volte non respiri dopo aver sentito altre storie. Il mio consiglio è quello di vivere la propria storia senza fare troppi confronti, affidandosi ai medici che hanno in cura in nostri bambini. Ci sono tante persone da ringraziare (..) Grazie all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma che è diventato in questi mesi la nostra seconda casa. Grazie a tutti i bambini e a tutte le famiglie che ho conosciuto in questo percorso: vi porto tutti nel cuore. (..) Grazie alla famiglia del @progettoheal che è sempre stata al nostro fianco: io sono parte di loro con gentilezza e coraggio sempre. Grazie a tutti gli amici che ci sono stati e che ci saranno, grazie ai voi followers che avete pregato in silenzio per noi facendoci sentire meno soli. La strada è ancora lunga e fatta di tanti controlli ma oggi io, Bernardo e Greta ci godiamo e condividiamo con voi che ci siete stati sempre vicini il sorriso di Giacomo che finalmente si riaffaccia completamente alla vita..

Come annunciato ieri nel doppio post social della mamma bis, che ha un’altra bimba, Greta.. e non ha dimenticato di ringraziare uno per uno gli angeli custodi incontrati da un reparto pediatrico all’altro.. Elena sarà ospite questo pomeriggio di Marco Liorni ad “Italia Sì”, per parlare del traguardo centrato con coraggio e determinazione..

Commenta sul Blog!

  1. Lady G. Lady G.

    Il regalo più bello che ognuno di noi vorrebbe nella vita è sapere che qualcuno ce l’ha fatta a sconfiggere quella bestiaccia e se si tratta di un bambino il cuore si gonfia di gioia 💓 Non so se riusciranno mai a lasciarsi alle spalle questo momento della vita (genitori, nonni ma anche bambino) ma, nella sofferenza, non si sono persi bensì hanno fatto fronte comune è supportati vicendevolmente, non sempre è così per cui le congratulazioni sono maggiori se possibile 👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼 Buon proseguimento di vita ❤️💕

I commenti sono disabilitati.