“SPECIALE U&D – LE OLIMPIADI DELLA TV”: EUGENIO COLOMBO SCRIVE ALLA COMPAGNA FRANCESCA DEL TAGLIA.. “IL 17 APRILE BRINDEREMO AI QUATTRO ANNI PIù INCREDIBILI, CHE MI HANNO CAMBIATO LETTERALMENTE LA VITA” (VIDEO)

"SPECIALE U&D - LE OLIMPIADI DELLA TV": Eugenio Colombo scrive alla compagna Francesca Del Taglia

 

 

Tutta un’altra faccia della medaglia, di un amore dichiaratamente sempre al massimo e che non ha conosciuto momenti di incertezza, è stata rappresentata ieri dall’ex tronista Eugenio Colombo e dalla fidanzata Francesca Del Taglia. A mettere nero su bianco le sue emozioni è stato il dj, che ha ripercorso la propria storia con la compagna.. iniziata in trasmissione e poi coronata dalla nascita del figlio Brando, ma anche capace di affrontare e di resistere alle difficoltà e ai dolori della vita di tutti i giorni..  “Eccoci qui, amore mio. Amore bellissimo, luce della mia vita. Con quello sguardo che mi ha stregato e quel sorriso che mi fa sciogliere non appena lo accendi. Il 17 Aprile brinderemo ai quattro anni più incredibili che mi potessero capitare, quattro anni che mi hanno cambiato letteralmente la vita, che mi hanno reso un uomo felice e realizzato. Perchè il destino mi ha fatto inciampare nella donna giusta, quella che mi capisce, mi completa, mi stimola, mi fa innamorare ogni giorno di più. Che tu fossi quella giusta l’ho capito al primo bacio, sai? Mi ricordo perfettamente la sensazione di quella sera, quando sono tornato a casa senza di te. Ho preso mio fratello e gli ho fatto una testa così. Sembravo pazzo, non stavo più nella pelle. C’eravamo dati solo un bacio, eppure era come se mi avessi catapultato in Paradiso. Ti ho sfiorato le labbra, ho chiuso gli occhi e il resto non saprei descriverlo perchè mi sono subito perduto nel tuo profumo e nella tua dolcezza. Figurati che il cuore mi batte forte ancora ora, al solo pensiero di come è iniziata tra di noi. Avevo deciso di partecipare a “Uomini & Donne” per fare un’esperienza diversa e per distrarmi un po’, invece già dal primo giorno di registrazione ti sei palesata tu. Così bella da farmi mancare il fiato, con quel viso che non lo cambierei con quello di nessuno al mondo e che mi manca appena mi allontano per lavoro da casa, che è davvero il nostro nido e il mio rifugio, l'”isola che non c’è” e che invece per fortuna esiste. Appena usciti dal programma, siamo saliti sullo scivolo dell’amore e da lì non siamo più scesi. Vivere con te è sempre una festa, averti accanto mi dà forza. E non c’è nulla, ma proprio nulla, che cambierei di te. Giusto sul tuo disordine avrei qualche appunto da fare, ma in cambio dovrei smetterla di dimenticarmi di fare le cose quando me le chiedi. Ma la cosa assurda, a ripensarci, è che solo dopo quattro mesi di convivenza si è fatto urgente in entrambi il desiderio di avere un figlio. E anche in questo siamo stati fortunati, perchè è bastato desiderarlo perchè lui si palesasse. Eravamo in Sardegna, in vacanza, e tu ti sentivi un po’ strana. E così siamo andati a comprare un test di gravidanza. La mattina dopo, all’alba, senza svegliarmi sei sgattaiolata in bagno. Ricordo la tua voce esultare, volevi che ti raggiungessi. Avevi un tono strano, eri felice e al tempo stesso spaventata. E, quando ho varcato la porta, mi hai mostrato il test che era positivo. Siamo scoppiati in lacrime e ci siamo abbracciati forte. L’emozione mi piegava le gambe, era come se avessi bevuto un litro di vino, ubriaco d’amore e di gioia. E nei mesi che sono seguiti ho avuto la fortuna di poterti stare accanto, sempre accarezzando la tua pancia che lievitava e diventava magica come la luna quando è piena. Fino a quando, ad Aprile, il 28, di tre anni fa mi hai fatto il regalo più bello. Quando siamo usciti dalla sala parto e mi hanno messo in braccio Brando, che aveva pochi minuti di vita, io non ho capito più niente. Mi sembrava tutto incredibile, ero diventato papà e il cuore mi usciva letteralmente dal petto. Gli guardavo il nasino, le dita, annusavo la sua pelle e mi sembrava di vivere un sogno. Ma se per me era stato tutto facile, piccola mia, tu avevi sopportato un cesareo che aveva lasciato un dolore e, soprattutto, nel giro di poco tempo avevi dovuto abbandonare il sogno di allattare il tuo bambino. Immagino lo sconforto e la frustrazione che hai provato in quei giorni, eppure non ti sei mai abbattuta, perchè tu sei una guerriera e me lo hai dimostrato tante volte. Anche quando l’azienda della tua famiglia è andata in malora, tu ti sei rimboccata le maniche e non ti sei mai lamentata. Oggi lavori come segretaria part-time e sei una mamma da dieci e lode. E soprattutto non hai perso di vista il tuo uomo. Mi accogli e mi coccoli, mi ascolti e mi parli, mi rassicuri e mi sproni, tanto che tra noi è rimasto intatto quel desiderio dei primi giorni. Anche se ora, che Brando ha tre anni, il tempo è sempre più risicato e la privacy che vorremmo è difficile da difendere. Ma sono felice, sono al settimo cielo, guardo nostro figlio e benedico il giorno che ti ho incontrata. Se solo ne avessimo la possibilità, ne farei subito un altro. Anzi due, tre, quelli che vuoi. Ma entrambi sappiamo che ora abbiamo delle responsabilità serie e dobbiamo cercare di realizzarci al meglio per dare un futuro bello al nostro Brando. Però mai dire mai, chissà quante sorprese ha in serbo per noi il futuro. Io ho fame di vita felice con te Francesca, ho voglia di renderti orgogliosa di me, come compagno e come padre. Perchè io ti amo di un amore enorme. Se solo potessi fare il miracolo, la prima cosa che farei sarebbe donarti tua nonna, che per te è stata come una seconda mamma e ti manca immensamente. E’ stato un Natale bruttissimo quello scorso e so che non ci sarà Vigilia che tu non penserai a lei. Ma io ti giuro, amore mio, che farò di tutto per non farti sentire mai sola. E sono certo che proprio lei, la tua nonnina, protegge il nostro pupo da lassù e continuerà a darti la forza per diventare una grande donna proprio come lo era lei. Sei tutta la mia vita Francesca, una vita meravigliosa perchè meravigliosa sei tu. Eugenio. NOI”. Il loro spazio si è chiuso con un aneddoto, svelato dal direttore di “Chi”, che avendo conosciuto in passato Eugenio in un locale di Brescia si è detto felice di poter testimoniare quanto l’amore lo avesse cambiato.. “Abbiamo capito subito che eravamo NOI e per tutta la vita saremo NOI”.. ha concordato Francesca.

L’ex corteggiatrice con il compagno (così come Aldo e Alessia) è stata quindi raggiunta dietro le quinte della registrazione dalle telecamere di “Witty”, per le prime impressioni a caldo sulla sorpresa appena ricevuta.. mentre in un momento successivo, dedicato a “Striscia la Notizia” e condotto dalle due veline Ludovica Frasca ed Irene Cioni, ancora con Alessia e Giulia De Lellis ha potuto togliersi lo sfizio di levarsi un sassolino anche contro le previsioni poco azzeccate dell’opinionista Tina Cipollari, attapirandola.  

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO