“LE IENE”: IL RITORNO ALLA CONDUZIONE DI NADIA TOFFA, CHE SULLA SUA ASSENZA DAL VIDEO HA SVELATO.. “HO AVUTO UN CANCRO” (VIDEO)

"LE IENE" - Nadia Toffa rivela

 

 

Rientrata in trasmissione a “Le Iene” e al suo posto dietro il bancone, dopo l’improvviso malore che l’aveva colpita lo scorso 2 Dicembre, visibilmente emozionata ed accolta dall’ovazione del pubblico… che aveva vissuto ore di apprensione sapendo del suo ricovero.. Nadia Toffa, alle telecamere del programma di “Italia Uno”, ha svelato ieri il motivo della sua assenza dal video, prendendo alla sprovvista e lasciando stupiti persino gli stessi colleghi, Nicola Savino e Matteo Viviani, che non erano per loro stessa ammissione al corrente nei dettagli delle sue condizioni di salute. “Se vi va, vorrei prendermi due minuti per dire delle cose importanti. Vorrei prendermi questi due minuti per raccontarvi un po’ questi due mesi. Ho pensato tanto a questo momento, quindi sono molto emozionata. Il rapporto che c’è sempre stato fra di noi è di grande sincerità, io amo la spontaneità, amo essere me stessa, quindi voglio condividere con voi quello che è successo in questi due mesi. Ho avuto un cancro. Ho avuto un cancro e in questi due mesi mi sono curata, ho fatto chemioterapia e radioterapia dopo un’operazione, perchè dei meravigliosi medici mi hanno operata e mi hanno tolto il 100% di questo cancro. Ho fatto una radio e una chemioterapia preventiva, perchè ci poteva essere una piccola cellula rimasta che la TAC non vedeva e quindi il medico mi ha guardato negli occhi e mi ha detto.. “Se fossi mia figlia, io farei così”. Io l’ho guardato e gli ho detto.. “Facciamo come dici tu”. Adesso ve ne posso parlare perchè, facendo le corna, è tutto finito. C’è una data molto importante per me che è il 6 Febbraio, cinque giorni fa, perchè ho finito la radio e la chemio. Non lo sapeva nessuno. Anche su consiglio dei medici, ho affrontato questa cosa mettendoci tutta l’energia che ho e la conoscete, tutta la mia carica e positività, per curarmi. Adesso è arrivato il momento di condividerlo con voi, perchè ho ricevuto tanto affetto e credo meritiate questa cosa. E in più credo che non ci sia niente di cui vergognarsi. Io non mi devo vergognare di nulla. Ovviamente alla stampa è stata un po’ una cosa obbligata non dirlo, perchè non mi andava di trovare i fotografi, che fanno il loro lavoro, fuori dall’ospedale dove ero in terapia. La fortuna è stata che grazie a quel malore mi hanno fatto un check-up. (..) Non mi devo vergognare dei chili che ho perso, li riprenderò, pazienza.. di quella che indosso, perchè questa è una parrucca. Secondo me sono più belli dei miei. Non vi nascondo che ci sono stati momenti molto difficili. Perchè quando vedi la prima ciocca di capelli che ti rimane in mano è una cosa fisica molto forte. In quel momento, io ho pensato a Gabriella. Qualcuno di voi se la ricorderà, è una bambina di Taranto che ci ha raccontato del suo tumore e della sua battaglia e ricordo lei che diceva alla mamma.. “Mamma, ti ricordi quanto piangevo che avevo perso i capelli?!”. Ha pianto tanto per i suoi capelli, li aveva molto lunghi e ci teneva tantissimo, ma adesso sono ricresciuti. Quindi Gabriella io ti devo un favore perchè ho pensato a te, ho detto.. “Se ce la fa uno scricciolo come Gabriella non vedo perchè non ce la devo fare anche io”. E vorrei chiedere a tutti voi un aiuto. Spesso, forse per rispetto, si tende ad avere una certa delicatezza con la persona che ha avuto un cancro o si sta curando di cancro. Invece, io vi chiedo un’altra cosa. Tanta normalità, quindi vi prego continuate a prendermi in giro.. Magari, senza volerlo, mi fareste proprio del male. E lo chiedo anche a voi. Se mi incontrate per strada, tutto come prima, normale. Se volete farmi un complimento, perchè lo pensate davvero, io sono felicissima. Se volete una foto, ci sono. Se volete dirmi che un mio servizio non vi è piaciuto, ditemelo. In strada non mi avete mai chiesto “come stai”, perchè non è una domanda che si fa. Non trattateci da malati. Siamo dei guerrieri: Chi combatte contro il cancro è un figo pazzesco! Io ho sorriso alla vita, non c’è stato mai un momento.. a parte lo sconforto con Gabriella che è venuta in mio soccorso e ti ringrazierò non so per quanto.. Io mi sento orgogliosa di sapere cosa hanno provato e cosa provano tutte le persone che io ho intervistato per anni. E per me è un orgoglio. Vi sono, se possibile, ancora più vicina di prima. Avrei potuto non dire nulla, ma tutto l’amore e l’affetto che mi avete dimostrato in questi mesi mi ha spinto a condividere con voi questa cosa. E, ad alta voce, vorrei dire.. “Le uniche cure contro il cancro sono la chemio e la radio”. Poi contano il buonumore, l’affetto, lo stile di vita. E ora posso partire con le mie “Iene 2018”. Ho aspettato tanto questo momento e sono felice.. ha dichiarato la combattiva bresciana, che ha poi lanciato il suo primo servizio..

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

Commenta sul Blog!

  1. Lady G. Lady G.

    Quello che ha avuto la possibilità di raccontare Nadia sarà utile X chi ha un amico o un parente che lotta contro il cancro ?? Il suo discorso sincero e sentito spero che arrivi al cuore di chi non ce la fa a chiamarlo con il suo nome, “cancro”, di chi abbassa lo sguardo vedendo la fisiologica trasformazione che provoca la chemio, di chi non riesce a sorridere dei momenti di allegria tra una terapia e l’altra.
    Chi il cancro c’è l’ha non ha bisogno di commiserazione o di parole non dette. Chi ha il cancro, o l’ha avuto, lo chiama con il suo nome, CANCRO e vuole vivere la normalità. Brava Nadia che ha spiegato bene le sensazioni che uno prova e ha dato fiducia ha chi non ce l’ha ????????????

I commenti sono disabilitati.