“LE IENE”: ADRIANA VOLPE SI SFOGA.. “BISOGNA PORRE FINE A QUESTA POLEMICA” (VIDEO)

"LE IENE" - Adriana Volpe vs Giancarlo Magalli

 

 

Dopo la consegna del tapiro d’oro a Giancarlo Magalli da parte di “Striscia la Notizia” (QUI il post), per la vicenda della querelle scoppiata in diretta a “I Fatti Vostri” con la collega Adriana Volpe.. anche la conduttrice, che subito si era sfogata nuovamente nella sua pagina Facebook smentendo di aver ricevuto da lui le scuse, è stata raggiunta dalla trasmissione tv “Le Iene”.. e, restia a parlare con le telecamere, dopo un breve inseguimento che l’ha vista rifugiarsi all’interno di un bar, ha alla fine accettato di rispondere alle domande dell’inviata Sarnataro. In particolare, sulla stoccata affondata dal conduttore contro la sua carriera.. “Questa per me è un’affermazione pesantissima: insinuare che io lavoro da vent’anni, non per meritocrazia, fa un danno a me come donna, a mio marito, alla mia famiglia, a mio padre e alle persone con le quali io lavoro. Perchè fa passare un messaggio che non può essere accettato, che si lavora se si prendono scorciatoie. Io sono madre, ho una bambina di cinque anni, e fra cinque anni navigherà in Internet in modo autonomo e vedrà queste cose scritte sulla mamma. Basta, questa è una violenza. Ma possibile che se una donna raggiunge determinati livelli è perchè ha fatto qualcos’altro? (..) O fai nomi e cognomi o a questo punto io sono esausta. Mio marito è offeso perchè comunque tutta questa storia ha preso una piega incontrollabile. (..) Io so solo che lavoro con Magalli da anni e questa è solo la punta di un iceberg. Lui entra in studio e neanche mi saluta. Le persone possono non piacersi, non stimarsi, però vanno rispettate. Avere il coraggio di dire in diretta a una donna.. “Sei una rompip***e, sei una strega” è brutto. Poi non mi ha neanche chiesto scusa. Io spero che lo faccia. Io voglio andare avanti, voglio continuare a lavorare serena. Io ho lavorato vent’anni e spero che tutto questo non cancelli la mia professionalità. (..) Magalli è la storia della Rai. Se vai avanti con le tue gambe duri nel tempo, sennò ti dura poco. Non gli sono simpatica, non ci posso fare niente. Io non capisco perchè le mie parole potessero dare fastidio. Mio suocero quando ha festeggiato i settant’anni ha fatto una festa meravigliosa. Bisogna porre fine a questa polemica. Molte volte dice cose pesanti e nessuno mette un freno”.. e sulla possibilità che, di conseguenza alla difficile convivenza professionale, la “Rai” possa considerare di mettere fine al suo contratto.. “Non voglio neanche pensare a questa ipotesi”.

Infine, sulla puntata che sarà in onda oggi.. “Spero che mi chieda scusa e voltiamo pagina. Io farò una diretta con il sorriso per amor proprio. Non si cancella un’accusa così. Non l’ho chiamato, vorrei tanto che lo facesse lui”.

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO