“ISOLA DEI FAMOSI 12”: DAYANE MELLO E VLADIMIR LUXURIA SI COMMUOVONO A “VERISSIMO”.. E L’EX NAUFRAGA RACCONTA COM’E’ NATO IL FLIRT CON STEFANO BETTARINI (VIDEO)

"VERISSIMO" - Dayane Mello e Vladimir Luxuria ospiti

 

 

Contenta di aver preso parte al reality, nonostante l’eliminazione piuttosto precoce.. la prima esclusa al televoto dell’“Isola dei Famosi”, Dayane Mello, nella puntata in onda oggi di “Verissimo” della sua avventura in Honduras ha raccontato.. “Io sono stata sempre io. Sono dodici anni che faccio la modella, quando ho l’opportunità di fare qualcosa di diverso, perchè non farlo? Non è per apparire. E’ per fare esperienza. Ho imparato a ballare, ho scalato una montagna. Sull’isola invece è tutto in testa e io in quello ero debole, quindi prendevo il sole e non volevo litigare con nessuno. Purtroppo è un reality e bisogna fare spettacolo. Tutti sono lì a fare spettacolo. Anche io. Ma io sono sempre stata me stessa”. La modella brasiliana, che al suo rientro in Italia ha potuto finalmente riabbracciare la figlia Sofia.. ha parlato del buon rapporto mantenuto con l’ex compagno Stefano Sala, papà della bimba (visto all’opera come pattinatore “vip” nella terza edizione di “Notti sul Ghiaccio”).. e si è commossa quando il discorso si è spostato sull’ infanzia difficile vissuta in Brasile, di cui era stato accennato anche nella diretta di lunedì scorso.

Poi le sue parole sul flirt nato, neanche troppo inaspettatamente, con l’inviato Stefano Bettarini..  “Le persone non credono perchè io l’ho visto, era in camerino per fare le foto per la copertina dell’Isola dei Famosi. Io sono passata nel corridoio.. però la prima volta che ho parlato con lui è stato quando sono stata eliminata. Ogni puntata in cui lo vedevo io non parlavo con lui, ma lo guardavo sempre.. forse perchè vedevo che non era proprio a suo agio. Allora ho detto “gioco un po’”. E l’unica cosa che gli ho detto è stata.. “Ma sei tutto morsicato. A me le zanzare non mi mangiano perchè ho il sangue dolce. Ma di dolce non ho niente”. E’ l’unica cosa che gli ho detto, sai per scherzare un po’. Quando io sono stata eliminata, lui stava facendo una corsa in spiaggia. Eravamo nello stesso albergo. L’ho visto e ci siamo presi la mano, ci siamo guardati e ci siamo baciati. E’ una cosa mutua. Io non ho voglia nè tempo di giocare, ho tanto da fare. Quindi, mi raccomando Stefano. Io sono qui che aspetto lui, bisogna vivere”. L’ex naufraga ha, quindi, rivelato il consiglio ricevuto via FaceTime dall’ex calciatore poco prima di presentarsi in studio per l’intervista.. “Sei quello che sei, non hai bisogno di dimostrare o provare niente a nessuno”.. e  ha, infine, glissato sulle voci che la volevano in qualche modo legata a Mario Balotelli.. con un simpatico, ma secco.. “Smetti di fare queste domande”.. rivolto a Silvia Toffanin..

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

 

 

E si è raccontata.. svelando una storia altrettanto intensa ed un passato comunque buio.. commuovendosi a sua volta.. anche l’opinionista Vladimir Luxuria.. nata Vladimiro e oggi orgogliosamente libera e più forte.. “Non è una scelta. Sbaglia chi pensa che si diventa, si è. E’ la natura. Io penso di essere nata così. Ad un certo punto ho dovuto fare una scelta, questo sì.. cioè se reprimermi o decidere di vivere per quello che mi sentivo di essere. All’inizio ho cercato di reprimermi, sono sincera. Ho cercato di mascherarmi. Però mi accorgevo che più passava il tempo e più diventavo una persona peggiore, triste e anche dispettosa. E quando ho compiuto sedici anni ho deciso di prendere in mano la mia vita, anche se in salita, verso la libertà, che non ha prezzo (..) Sono nata in una famiglia povera ma dignitosa. Io ricordo quei momenti in cui non avevamo neanche i soldi per pagare l’affitto (..) Sono assolutamente grata perchè i miei genitori, anche se non mi hanno potuto dare quell’agio economico, hanno fatto crescere me e altri quattro figli. Poi abbiamo avuto un periodo difficile quando si è capito della mia identità sessuale. Oggi mio padre e mia madre, non solo mi hanno accettata ma, mi amano, mi vogliono bene per quello che sono e sono con me anche per le mie battaglie. (..) Dobbiamo sempre ricordare che i nostri non sono solo genitori, ma sono figli, figli dei loro genitori e figli del loro tempo. Non è automatico che un genitore possa capire immediatamente, bisogna dargli tempo. Bisogna fare un lavoro di avvicinamento reciproco. Io ho fatto il primo passo e poi loro hanno fatto il secondo. (..) C’è stato un periodo un po’ buio della mia vita, in cui ho pensato che potevo evadere da questo mondo. E’ stato un periodo difficile, che fortunatamente ho superato. E, grazie anche a quella sofferenza, io oggi non voglio usarla per vendicarmi sugli altri. (..) Oggi io sono uscita da quel periodo, per fortuna breve, e ho acquisito quella esperienza e sensibilità che mi porta, quando vedo la sofferenza in un’altra persona a capirla di più e a cercare, per quel che posso, di aiutarla”.

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

 

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

CLICCATE SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO