FABRIZIO CORONA A “CHI”… “DA QUANDO SONO USCITO DAL CARCERE NON HO MAI RACCONTATO LA MIA VITA TRA LE SBARRE. E’ UN RICORDO CHE MI LACERA IL CUORE “. MA L’8 MAGGIO SARA’ IN TV AL “MAURIZIO COSTANZO SHOW”

Fonte: Instagram

Fonte: CHI/ Instagram

 

 

 A circa dieci mesi dalla scarcerazione, Fabrizio Corona torna a parlare e… per la sua prima intervista dopo la lunga detenzione e quasi quattro anni di silenzio.. ha scelto il settimanale “Chi” e l’amico Gabriele Parpiglia. Non tralascia nulla nel suo lungo racconto.. dalla fuga in Portogallo alla breve latitanza, l’arresto e il difficile periodo della detenzione, fino al rilascio e all’approdo in comunità.. dove ha persino girato un documentario, intitolato “Si Puede”. Oggi che, affidato ai servizi sociali, gli rimane da scontare un residuo di pena pari a circa quattro anni.. per la prima volta racconta come la dura esperienza lo abbia segnato in maniera indelebile..  “Nessuno può capire che cos’è il carcere se non lo ha vissuto pienamente e duramente. Non era una semplice custodia cautelare la mia. Era una condanna definitiva. In totale quattordici anni e due mesi (..) Da quando sono uscito dal carcere non ho mai raccontato la mia vita tra le sbarre. Provo vergogna, mi fa male, il ricordo lacera la mente e il cuore. Lo fa sanguinare”.. Smentisce però di aver mai pensato al suicidio..  “In galera ho vissuto isolato, ma non ho mai pensato al suicidio. Mi hanno protetto il ricordo di mio padre e l’amore di mio figlio”.. anche se ammette che difficilmente sarebbe riuscito a resistere oltre….“Quattordici anni? No, non avrei resistito. Fisico e mente mi avrebbero lasciato”.

A dargli la forza di non mollare… il figlio Carlos.. e Fabrizio ricorda così il loro primo incontro in carcere.. “E’ successo dopo oltre un anno di detenzione. Lo ha portato quella santa donna di mia madre Gabriella. E’ stata un’emozione fortissima. L’ho lasciato bambino, l’ho ritrovato un ometto. Mi ha stretto forte. E mi ha dato la forza di andare avanti. Mi ha detto: “Papà, ci sono io qui per te”. Aveva capito tutto. Per la prima volta mi sono sentito come se le parti fossero invertite: lui il padre e io suo figlio. Per la prima volta non ero più solo al mondo”. Mentre continuano ad essere difficili i rapporti con l’ex moglie, Nina Moric.. “Preferisco non parlare di Nina, la situazione non è facile. Ma mio figlio Carlos sta bene”. L’altro pensiero ad accompagnarlo, nelle lunghe giornate tutte uguali, il padre Vittorio.. scomparso ormai qualche anno fa… “Ho sognato mio padre ogni notte, mi proteggeva, era come se fosse lì con me in carcere. Mi ha salvato, mi ha dato la forza, una forza inspiegabile”.. ma Fabrizio dice di non essere ancora mai andato al cimitero a trovarlo.. “No. Mai. Per pudore, per vergogna, per paura di averlo deluso”.

Tante sono state le richieste di “grazia” arrivate per lui nel periodo in cui viveva da detenuto, come quella.. che assolutamente non si aspettava.. di Adriano Celentano (QUI il post).. “Li ringrazio nuovamente. Ma ognuno lo ha fatto con ragioni diverse. Celentano con il cuore ed è stata la più bella sorpresa. Quel giorno stavo pulendo la cella. Passa lo “spesino” (colui che si occupa della lista della spesa per i detenuti) e mi urla: “Celentano ha chiesto la grazia per te”. E io: “Dai non dire caxxate”. Accendo il tg5 ed ero tra le prime notizie. Ho pensato davvero “Dio c’è.. (..).. .

Non poteva mancare il commento sulla ex fidanzata, Belen Rodriguez, che non ha più rivisto… e, dopo aver sposato Stefano De Martino, oggi è mamma del piccolo Santiago.. “Ho seguito l’evolversi della sua vita, dal matrimonio al figlio, da dentro al carcere ma con indifferenza. (..) Ho visto le sue nozze a “Verissimo” e le ho lette su “Chi”. Io e Belen oggi siamo due persone completamente diverse da quelle che si erano amate follemente e che avevano fatto della loro storia un romanzo nazional popolare con molti pro e pochi contro. Un amore che non distingueva più la realtà dalla fiction”. A lei non ha risparmiato una frecciatina sull’annunciata separazione dal marito.. “Perchè si è mai lasciata?”

 L’ex agente fotografico ha riabbracciato invece Lele Mora.. “L’ho incontrato in un ristorante milanese. L’ho abbracciato con forza. Ci vogliamo ancora molto bene. La galera cancella i rancori”.

L’ 8 Maggio sarà il protagonista della prima del nuovo ciclo di sei puntate, previste su Rete 4 per il “Maurizio Costanzo Show”, in un “Uno contro Tutti” che è già stato registrato.. “Maurizio era legato a mio padre Vittorio. Lui nutre affetto per me. In questi anni ho ricevuto proposte per rilasciare la mia prima intervista da chiunque: Vespa, Giletti, la D’Urso, Floris, Formigli.. ma Costanzo è una scelta di cuore e sarò onorato di essere al “Maurizio Costanzo Show” per la prima volta in video dopo quattro anni di assenza”.

E sul mondo del gossip oggi e della tv ha sentenziato..“Il gossip? E’ morto il giorno del mio arresto. (..) Oggi in tv non c’è niente. Nell’era dove Simona Ventura viene eliminata da due sconosciuti nel programma che lei ha creato e poi s’indigna se da naufraga subisce i trattamenti che lei ha offerto a tanti e tanti naufraghi e alle loro famiglie, beh, significa che la tv ricicla un passato che non c’è più. Salvo solo Maria De Filippi, che è l’unica innovatrice”.