BRASILE 2014: MARIO BALOTELLI SI SFOGA SU INSTAGRAM

Fonte: Instagram

Fonte: Instagram

Dopo la sconfitta con l’ Uruguay e l’eliminazione della squadra italiana da questo Mondiale.. le dimissioni di Prandelli.. e tutte le critiche riversatesi addosso agli Azzurri e lui in particolare..

Mario Balotelli sceglie Instagram per rispondere: “Non ho scelto di essere italiano, l’ho voluto fortemente….”

Screen_MarioBalotelli

Commenta sul Blog!

  1. soniaa

    vorrei dire a mario che purtroppo tutto il mondo è paese e che i suoi amici africani che tanto ha elogiato,hanno cacciato boateng e muntari

  2. Ariel

    Capisco lo sfogo dopo aver ricevuto un’offesa simile (e chissà quante altre ne riceve ogni giorno), ma sembra quasi che gli faccia comodo credere che il problema dei tifosi, o almeno dei tifosi stupidi, sia il colore della sua pelle, quando in realtà, i veri tifosi sono adirati per tutt’altro. E ci mancherebbe!! Non sono una grande intenditrice di calcio, ma mi informo come e quanto posso. Obiettivamente Prandelli ha sbagliato diverse scelte, ma trovo che Balotelli non sia il gran fuoriclasse che i media hanno dipinto. Per una partita buona che fa, ne passano 5 in cui è inesistente. Per carità, ha fatto goal spettacolari in passato e forse era questo che tutti un po’ ci aspettavamo, la squadra in primis, ma è abbastanza “moscio” e per nulla dinamico. Non voglio fare paragoni o altro, ma l’iniziativa, lo spirito, il carisma e la prontezza di un Del Piero o di un Totti se le sogna. Ed è questo il problema che gli hanno contestato quasi tutti compresi Buffon e De Rossi! Sicuramente c’erano problemi anche in centro campo nell’ultima partita, dato che la palla non è mai arrivata nell’area di rigore avversaria, ma nella partita contro il Costa Rica Balotelli era proprio fiacco e molle. E per quanto ci siano stati altre mille fattori di mezzo (scelte tecniche, tempo, arbitraggio) è già dagli europei che penso che il suo modo di giocare è sempre un lì lì, sul filo del rasoio…raramente decisivo e mai continuo. Per una partita buona, 5 scarse.
    Poi penso che se i “veterani” hanno avuto da ridire sulla stessa persona, allora qualche retroscena ci sarà sicuramente. Resta il fatto che la notizia della proposta di matrimonio mi ha lasciata un po’ perplessa. Della serie “sei in Brasile per rappresentare il tuo paese o per fatti personali?” Le disponibilità per fare cose romantiche le ha…era proprio indispensabile in un momento importante come quello dei mondiali? Ecco perché poi i commenti degli altri compagni non sono poi del tutto fuori luogo…

  3. annavita annavita

    faccina con mano che saluta casa chiccosa,
    il razzismo in tutte le sue facce è frutto di ignoranza e non intendo solo la non conoscenza.
    l’altra sera,mentre tornavo a casa dal mare,indossavo un semplice abitino a canottiera,essendo magra e di carnagione olivastra,accentuata dall’abbronzatura,mi si avvicina una coppia e mi offrono dei soldi per comprarmi un panino.mi scambiano per una extracomunitaria ( badate bene che quando si pensa ad un extra,la mente si rivolge ai paesi in via di sviluppo,possibilmente a quelli poveri e africani -.- mai ad uno dell’est,all’oceania o a sperdute isole del pianeta)
    è altresì vero che si può essere analfabeti e rispettare o amare il prossimo come se stesso.è proprio il sentimento,dettato da superficialità,intolleranza,povertà di valori e miseria d’animo.
    mario è solo un immaturo.esaltato dai media,dal suo entourage,dalla massa che sale sul carro a far festa quando si vince,ma che scende alla velocità della luce quando si perde.
    accade sempre ed in ogni campo non solo in quello calcistico.
    scrivere in terza persona,come se si dissociasse da se stesso non lo aiuterà.non è questa la strada per crescere,per assumersi responsabilità per avvicinarsi o solo sfiorare l’umiltà.
    è giovanissimo ed è un privilegiato,il colore della pelle non è un alibi in cui rifugiarsi e per protegersi dagli insulti e gravi offese.
    è onore,passione,sacrificio ed orgoglio.gli stessi valori che deve trasmettere nella vita e nel suo lavoro.
    quando lo capirà,solo allora diventerà un campione.
    ( faccina con abbraccio a tutti voi) gracias M

    • M. M.

      Buongiorno!

    • Lady G. Lady G.

      Annavita come tante volte che ti leggo condivido in pieno le tue parole. 😉

  4. taby taby

    a me fa una gran pena perché l’hanno messo i giornalisti sul carro dei vincenti ed ora lo stanno demolendo e non essendo una persona matura queste sono le reazioni per lui giustificate che può avere! non dovevano dare questo peso o meglio responsabilità a mario perché non ha ne la maturità ne la bravura per esser considerato super, io ero la prima a chiamarlo super mario per simpatia di cio che rappresentava… ma è un’etichetta che a lui non è mai stata bene e infatti ora lo demoliscono perché è più facile rompere le scatole a lui che a Prandelli l’allenatore educato con gli occhi buoni, almeno è stato corretto a dare le dimissioni perché non è un bravo allenatore ma questa è un’altra storia

  5. Sole

    A me piacciono i perdenti e trovo il carro del perdente decisamente più interessante. Fino a ieri ero salita ben volentieri sul carro di Mario Balotelli. Dopo questo suo post ci scendo. Lo trovo estremamente imbarazzante. E’ troppo facile e fuori luogo ripararsi sotto il casco del razzismo quando non si ha la maturità mentale per farsi un esame di coscienza e mettersi in discussione.
    Del Piero quante volte è stato massacrato? Infinite e anche in maniera ingiustificata. E’ forse nero? E non ha mai incolpato niente e nessuno.
    A un calciatore non si chiede di non sbagliare mai, a un calciatore si chiede di dare l’anima, tutta quella che ha e anche di più!
    Quindi, caro Mario, non parlare di razzismo. E’ un argomento troppo importante per usarlo come alibi.

  6. soniaa

    mi dispiace per Mario ma non ha capito niente,gli italiani la maggior parte non gliene importa nulla del colore della pelle e nemmeno se sbaglia dei gol o sbaglia approccio alla partita ,quello che urta è vedere un giovane dotato di un talento straordinario ed invece di applicarsi e sfruttare al meglio questa fortuna la butta nel cestino circondandosi di persone sbagliate ,tenendo un tenore di vita non consono ad un atleta ed a comportamento da maleducato perchè ieri sera mentre i suoi compagni erano nello spogliatoio a discutere ,anche a litigare se necessario per capire dove hanno sbagliato lui era già sul pullman con le sue dannate cuffiette ,nel suo mondo estraniato da tutto e da tto

  7. taby taby

    mi dispiace immensamente per lui! e capisco che sia amareggiato a causa della crisi, il razzismo sta crescendo sempre più ne so qualcosa

  8. francesca

    Il commento amareggiato è frutto di un video a lui recapitato dove qualcuno dice: “Mario tu non sei italiano”. Che non è una cosa bella. Se la colpa della sconfitta è di qualcuno è in primis di Prandelli, poi di tutta la rosa dei giocatori.. Non solo di Balotelli. Forza Mario!

    • M. M.

      Hai ragione Francesca. Solo non mi sembrava il caso di riportarlo qui in un blog “leggero”.. peraltro credo sia solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso con chissà quante altre cose scritte 😉

      • Diana

        Brava io condanno solo quello e non cadiamo dal pero perché ha ricevuto anche tantissimi insulti razzisti. In questo caso scusate se lo dico c’entra anche il razzismo. Poi che deve impegnarsi, migliorarsi per dare il meglio si. In parte si meritato tutto questo e lo ribadisco così magari cresce.

  9. fra

    Uno che parla in terza persona non lo reggo
    L’ennesimo

  10. Diana

    Per una volta condivido una parte di un tuo msg. E vero noi negri non scarichiamo nessuno nonostante tutto. Però tu te la meriti perché hai scelto tu di giocare per l’Italia quando avevi un altra scelta, poi quando ti esaltano per niente è giusto prenderti anche le critiche costruttive non da razzisti perché la gente che ti insulta e sempre anche quella che ti esalta quando fai goal dimenticandosi del colore della tua pelle in quel caso. Ecco io penso bisogna essere sempre coerenti. Perciò vergogna davvero x gli insulti razzisti. Comunque tutta la squadra e da criticare visto che avete fatto pena tutti perciò giusto siete tornati a casa. Sempre e solo forza Ghana 🙂

I commenti sono disabilitati.